Pangea
fb tw ig yt
iscriviti

Progetti

La tessitura come metafora dei legami al femminile

Dove lavoriamo > India > Imprese di sartoria

La violenza è come un tessuto, ti avvolge, ti circonda, ti si intreccia addosso. Vuole sembrare una calda coperta, ma si trasforma in un legaccio che ti immobilizza.
Ma anche la lotta alla violenza si sviluppa come un tessuto, fatto di fili, di reti, di legami che proteggono davvero.

La violenza di cui parliamo in India, nei nostri progetti, prima che fisica è culturale ed economica. Centinaia di migliaia di donne, nel subcontinente indiano, sono discriminate, impoverite, isolate. Non fa eccezione Varanasi, la città sacra dell'induismo, dove la Dea e il femminile pervadono tutti gli aspetti mistici, ma dove le donne vere sono violate e umiliate costantemente.

Proprio queste donne, riunite nel Progetto di Empowerment femminile, sono la risorsa principale dell'India futura. A differenza di altri progetti, dove Pangea si occupa di avviare attività lavorative attraverso laboratori e corsi di formazione, a Varanasi il nostro approccio è molto più ampio. Ci occupiamo, direttamente, del supporto di gruppi di auto-aiuto tra donne. Sono questi gruppi in sostanza, addestrando all'azione congiunta e comunitaria, il vero motore del cambiamento. E da questi gruppi nascono idee, azioni, imprese e attività, tra le quali spicca l'avvio di alcune decine di piccoli laboratori di sartoria. Un'attività semplice, appagante, che sprigiona la creatività delle donne e le rende le principali attrici della loro vita. Macchine da cucire, stoffe, colori; i vicoli della città si riempiono di operose ragazze finalmente protagoniste del loro riscatto. E' questo il futuro che sogniamo e che costruiamo ogni giorno.